28.04.2020

Nel giudizio in Cassazione occorre sempre produrre il testo integrale degli accordi e contratti collettivi richiamati, non essendo sufficiente il loro semplice richiamo, a pena di improcedibilità del ricorso.

Riportiamo una sentenza della Corte di Cassazione sezione lavoro, che non accoglie la richiesta di un dipendente di aver riconosciuto l’inquadramento contrattuale in area Quadri.
Tra le varie motivazioni  la Suprema Corte lamenta che la ricorrente
  • pur richiamando una errata interpretazione dell’art. 82 del ccnl applicabile trascura di riprodurne il contenuto, di allegare il contratto al ricorso ed indicare se e dove sarebbe comunque rinvenibile negli atti processuali
  • trascura di riprodurre il contenuto delle disposizioni poste a raffronto, di allegare al ricorso il testo integrale del contratto collettivo, di indicare deve lo stesso sia, eventualmente reperibile così incorrendo nella violazione dell’art. 366 c.p.c., comma 1, nn. 4 e 6 e art. 369 c.p.c., comma 2, n. 4
  • trascura di riportare il contenuto delle norme invocate (ndr accordo sindacale) e non specifica se dove e quando siano state depositate e dove siano reperibili nel fascicolo.