9.03.2017

L’installazione di un dispositivo atto ad alterare il cronotachigrafo sul mezzo aziendale può integrare il reato di cui all’art. 437 cod. pen., a prescindere dalle sanzioni di cui all’art. 179 del C.d.S.:

  • la Corte di Cassazione ha annullato la sentenza del Tribunale di Asti
  • il Giudice del Tribunale di Asti aveva dichiarato, ai sensi dell’art. 425 cod. proc. pen., non luogo a procedere perchè il fatto non è previsto dalla legge come reato nei confronti di R.V. in relazione al delitto di cui all’art. 437 cod. pen., ritenendo che la condotta di installazione di un dispositivo atto ad alterare il cronotachigrafo e il imitatore della velocità su un mezzo aziendale sia sanzionata in via amministrativa dall’art. 179 C.d.S.