4.09.2014

Pubblichiamo la sentenza della Corte Europea relativa alle controversie in merito a provvedimenti che fissano i costi minimi d’esercizio nel settore del trasporto merci su strada per conto di terzi.

Le domande di pronuncia pregiudiziale vertono sull’interpretazione degli articoli 49 TFUE, 56 TFUE, 96 TFUE e 101 TFUE nonché dell’articolo 4, paragrafo 3, TUE.
La Corte (Quinta Sezione) dichiara:
“L’articolo 101 TFUE, in combinato disposto con l’articolo 4, paragrafo 3, TUE, deve essere interpretato nel senso che osta a una normativa nazionale, quale quella controversa nei procedimenti principali, in forza della quale il prezzo dei servizi di autotrasporto delle merci per conto di terzi non può essere inferiore a costi minimi d’esercizio determinati da un organismo composto principalmente da rappresentanti degli operatori economici interessati.”